L’ agenzia pubblicitaria

DI Cosa si occupa?

agenzia-di-pubblicita

L’agenzia di pubblicità nasce, come tipo d’azienda, con l’espansione industriale e con la seguente necessità di aumentare il mercato dei beni di consumo, dei beni durevoli e dei servizi.

 

L’agenzia di pubblicità è costituita quindi da uno staff di specialisti e si pone tra il fabbricante e il consumatore con lo scopo di formare o aumentare – per mezzo delle tecniche pubblicitarie — la propensione all’acquisto di un certo prodotto o servizio.

 

Le operazioni che l’agenzia di pubblicità attua normalmente prendono il nome di campagne.

 

La campagna pubblicitaria è costituita da un messaggio o da una serie coordinata di messaggi – studiati ed elaborati in base agli obiettivi che la campagna si prefigge – che vengono trasmessi a un gruppo di destinatari (target-group) usando come supporto i mezzi di comunicazione di massa (mass media): stampa, radio, cinema, TV, pubblicità esterna, pubblicità diretta.

L’elaborazione della campagna nasce dalla definizione degli obiettivi commerciali dell’azienda cliente; questi vengono definiti dal marketing dell’azienda che – spesso con l’ausilio della stessa agenzia – li traduce in obiettivi pubblicitari.

Insieme alla qualificazione degli obiettivi, l’agenzia riceve anche una serie di altre notizie di base, quali: caratteristiche dell’azienda e delle aziende concorrenti, caratteristiche del prodotto e dei prodotti concorrenti, caratteristiche del target, caratteristiche del mercato (distribuzione del prodotto, aree di vendita, relativa situazione della concorrenza, andamento stagionale delle vendite) e ogni altra notizia utile a un preciso “posizionamento” del prodotto nel suo mercato. Tutte queste notizie costituiscono il briefing.

Un briefing preciso e dettagliato è quindi la base per un corretto studio della campagna pubblicitaria. In sede di briefing va definito anche lo stanziamento di fondi per la realizzazione della campagna (budget).

Tutti i dati del briefing vengono esaminati e discussi dai responsabili dei settori operativi dell’agenzia per la definizione della strategia che dovrà guidare la campagna. Successivamente i creativi procederanno alla realizzazione dei messaggi e gli uomini media provvederanno alla definizione del piano operativo.

Una volta approvati i bozzetti delle comunicazioni e il piano-media, la campagna viene sottoposta all’approvazione del cliente, ottenuta la quale essa diventerà operativa. Allora dovranno essere stilati i contratti con giornali, radio, televisioni, ecc. per l’acquisto degli spazi e saranno predisposti tutti gli esecutivi relativi alle comunicazioni (annunci stampa, testi dei comunicati radio, filmati televisivi, ecc.) i quali verranno fatti pubblicare o andare in onda nei tempi previsti dal piano. Un apposito reparto dell’agenzia provvederà poi al controllo delle avvenute pubblicazioni.

La realizzazione dei comunicati (esecutivi per la stampa, stampati, filmati, comunicati radio) che dovranno essere pubblicati secondo il piano media, va sotto la voce generale di produzione.

Sotto questa voce vanno intesi anche gli interventi di fotografi, ritoccatori, le forniture di copie fotografiche, fotocomposizioni, patinate, ecc. La produzione può essere realizzata sia all’interno dell’agenzia, sia per mezzo di collaboratori o fornitori esterni a essa, ma sempre sotto il controllo e la responsabilità dell’agenzia.